Deumidificazione

ICONADeumidificazione

Hai problemi di risalita dell’umidità?

Tale fenomeno è riscontrabile da una macchia continua che sale dal piano pavimento verso l’alto della parete; una linea di demarcazione tra la parte umida e quella asciutta, laddove il tasso d’umidità che risale viene eguagliato dal tasso d’evaporazione. All’interno dell’acqua che risale sono presenti dei sali che poi si fissano nella superficie dove l’acqua evapora. Alcuni di questi sali essendo igroscopici assorbono l’umidità dall’aria potenziando ulteriormente il fenomeno originale di umidità.

La formazione di questi sali è ovviamente particolarmente evidente nei periodi d’elevata evaporazione ambientale come, ad esempio, l’accensione degli impianti di riscaldamento nel periodo invernale, l’assenza di precipitazioni atmosferiche con temperature elevate nel periodo estivo. La formazione dei sali è dovuta al passaggio di stato della soluzione ove essi sono contenuti da liquido a solido, a seguito dell’evaporazione dell’acqua.

  • Se il fenomeno è lieve, per eliminare tale disagio è necessario il risanamento della parete in cui si vede l’evidente risalita di umidità, mediante la demolizione controllata dell’intonaco ed il successivo risanamento con l’utilizzo di intonaci adatti a tale scopo;
  • Se il fenomeno è più grave, per eliminare tale disagio è necessario il risanamento della parete in cui si vede l’evidente risalita di umidità, mediante la demolizione controllata dell’intonaco, formazione di taglio chimico, e successivo risanamento con l’utilizzo di intonaci adatti a tale scopo;
Taglio chimico a pressione

Taglio chimico a pressione

Intonaco deumificicante

Intonaco deumificicante

 

Perché il taglio chimico è preferibile rispetto al taglio meccanico della muratura?

Il taglio meccanico, come il taglio chimico, blocca definitivamente il problema della risalita d’acqua per capillarità, tuttavia è una tecnica invasiva. Tale strada può essere percorsa se non ci sono tubazioni sottotraccia ma ha dei rischi da non sottovalutare, perché può comportare:

  1. lesioni;
  2. cedimenti;
  3. assestamenti della struttura;

E’ bene precisare che questa soluzione risulta molto delicata da eseguire e spesso poco gradita alle Autorità, specialmente in zona sismica.

Il taglio chimico, per contro, è un metodo che prevede l’iniezione all’interno del muro di sostanze idrofobizzanti creando uno strato idro-repellente che blocca l’acqua, respingendola, aventi la stessa efficacia dell’intervento meccanico, ma senza comportare problemi per la solidità della struttura. Il sistema è meno invasivo e, grazie alle tecniche di ultima generazione, di facile applicazione. Risolve il problema dell’umidità di risalita in modo definitivo

Richiedi ora un preventivo: Clicca qui


The Author